“Il cavaliere che aveva un peso sul cuore”- Marcia Grad Powers

Lezione N.1 : Non sono le cose a turbare gli uomini, ma i giudizi che gli uomini formulano sulle cose

Buongiorno miei cari lettori. Questo è il secondo libro che leggo, dell’autore Marcia Grad Powers e anche stavolta ne sono rimasta estremamente colpita. Come nel libro precedente intitolato, “La principessa che credeva nelle favole”, si narra una storia con valore estremamente psicologico e pedagogico. 

Lezione N. 2 : L’ABC delle emozioni. A. Avversità: accade qualcosa di spiacevole. B. Bolgia: agitazione, pensieri e turbamento. C. Conseguenze: emozioni ed azioni.

il-cavaliere-che-aveva-un-peso-sul-cuore-3

Stavolta, il protagonista è Duke, un cacciatore di draghi che si crede il numero uno del mondo. Sposato ad una donna di nome Allie, conosciuta molto tempo prima e padre di un ragazzino di nome Jonathan su cui il padre riponeva grandi aspettative. La sua vita era apparentemente perfetta. Tuttavia, un bel giorno le cose cambiano: la moglie si ribella perché non vi è dialogo nel loro rapporto, il figlio si ostina a non seguire la tradizione di famiglia e Duke si trova di colpo senza casa e senza famiglia. Ad un tratto, sento un grande peso sul cuore che non gli permette di fare nulla. Perde le forze e la salute ma il responso del dottore è negativo: egli non presenta nessuna malattia fisica. Così gli suggerisce di rivolgersi a Doc, un dottore specializzato in queste questioni. Demoralizzato e alquanto sfiduciato, Duke invoca il nome Doc e chiede il suo aiuto. Da qui, ha inizio il percorso di cambiamento del nostro eroe.

“Che io possa avere la SERENITA’ per accettare le cose che non posso cambiare, il CORAGGIO per cambiare ciò che posso e la SAGGEZZA per capire la differenza”.

Come è successo con il libro precedente, Powers ci dona un manuale su come affrontare la vita. Questi personaggi sia la principessa che l’eroe partono da condizioni di benessere che gli si ritorcono contro e li portano a vivere disavventure. La loro vita si riempie di infelicità e smarriscono il proprio sè. In questo caso Duke passerà inizialmente da uno stato di sfiducia nei confronti del metodo presentato da Doc e da Maxine ad uno stato di presa di consapevolezza. Lo scopo è comprendere che egli deve sostituire il verbo “dovere” con “potere”.

“Vivi un giorno alla volta, apprezza il momento presente e accetta le difficoltà come pietre sul sentiero che porta alla pace”.

il-cavaliere-che-aveva-un-peso-sul-cuore

Lo stile del libro è psicologico ma nello stesso tempo fiabesco ed ironico. Attraverso le varie figure magiche si trasmettono al lettore, grandi insegnamenti sulla vita. In primis, che non dobbiamo imporre a nessuno cosa devono fare e come devono farlo. In secondo luogo, che in una contesa la colpa non è solo dell’altro ma dipende su cosa si basa la disputa. In terzo luogo, che non sono le cose a turbare gli uomini ma i pensieri che si formulano su essi. In quarto luogo, bisogna trasformare i pensieri contorti in lineari ed infine, imparare ad accettare quello che non si può cambiare e a cambiare quello che pensiamo non si possa cambiare. Tale romanzo si pone come una guida al cambiamento per raggiungere la serenità e lottare ogni giorno per mantenerla. Nessuno può regalarci la serenità dipende da noi conquistarla con il nostro coraggio, le nostre prove di forza e salti nel vuoto. A proposito di quest’ultimo è la parte che ho preferito, perché l’eroe decide di compiere un atto di fede e di affidarsi all’universo, al destino, prendendo consapevolezza del fatto che: Solo con un salto nell’ignoto si può rompere con il proprio passato e andare a riparare ciò che si era rotto. Bisogna vedere la vita e soprattutto le situazioni che ci toccano in prima persona con occhi diversi e tornare a casa per ricominciare. 

il-cavaliere-che-aveva-un-peso-sul-cuore-4

Una storia indimenticabile per ritrovare la propria serenità e felicità che coinvolgerà il lettore sin dalle primissime pagine. Lo consiglio non solo a chi ha intrapreso gli studi umanistici (in particolar modo agli psicologi e pedagogisti) ma a tutti coloro che si sentono smarriti e vogliono cambiare le loro prospettive di vita. La chiave del cambiamento sta nelle nostre scelte e nel nostro mondo di pensare. Solo scacciando i pensieri negativi possiamo ritrovare la nostra pace interiore ed eliminare quel peso sul cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...