“La tristezza ha il sonno leggero”- Lorenzo Marone

Titolo: La tristezza ha il sonno leggero
Autore: Lorenzo Marone
Pagine: 370
Anno: 2016
Editore: TEA

Navigando una notte su Instagram, mi sono imbattuta nel profilo di Luciana Littizzetto e ho notato immediatamente un libro dal titolo particolarmente metaforico. Il libro in questione era “La tristezza ha il sonno leggero” di Lorenzo Marone. Di lui avevo già pregustato, La tentazione di essere felici e ne ero rimasta colpita. Quindi, non volevo lasciarmi sfuggire l’occasione di leggere anche quest’opera. 

IMG_20170905_011434.jpg

Il protagonista è un uomo di nome Erri Gargiulo, un quarantenne che ha appena scoperto il tradimento della sua compagna, Matilde. Erri, fragile ed ironico, è incapace di scegliere ed imporsi forse perché la sua infanzia è stata scombussolata dal divorzio dei suoi genitori. Difatti, nella vita di Erri vi sono due padri, una madre e mezza e svariati fratelli. Così, quando Matilde lo lascia egli non ha più scuse per prendere in mano la sua vita e fare i conti con il destino. 

IMG_20170905_010455.jpg

La tristezza ha il sonno leggero è un libro che ripercorre la vita di un uomo in crisi. Erri Gargiulo è un uomo fragile e complicato proprio per l’infanzia che ha vissuto, quindi, il viale dei ricordi che viene ripercorso in queste pagine, è fondamentale per comprendere l’uomo che egli è nel presente. In psicologia si afferma da sempre che l’infanzia influenza le altre fasi della vita e quindi, le persone che ci circondano nei primi anni sono fondamentali nel designare l’uomo che saremo. Se viene a mancare un nucleo familiare solido e sereno, l’uomo crescerà con dubbi e perplessità che non faranno fatica a riemergere. Pian piano da queste pagine emergono vecchi ricordi di Erri: il momento in cui i giorni si lasciano, il momento in cui la madre incontra il suo nuovo papà, le prime cotte e le prime delusioni. Da sempre Erri ha vissuto una vita turbolenta anche da adolescente per colpa del suo aspetto da ragazzo un pò fuori dal comune non veniva apprezzato a pieno dalle donne e quindi, si attaccava morbosamente a Giulia, la sua prima ragazza che lo sfruttava sessualmente e non. In queste pagine, inoltre, ritroviamo pezzi di vita vera, perché vengono descritte non solo le vicende di Erri ma anche di chi lo circonda. La famiglia allargata di Erri ha un ruolo estremamente importante nella sua vita. Qui, si fa largo la figura imponente della madre chioccia di Erri con la sua testardaggine e potenza di spirito. Accanto a sè vi sono due tipi di uomini: da una parte il padre di Erri, un uomo immaturo, innamorato dell’amore e padre assente; dall’altra parte, l’uomo che gli ha fatto da padre, Mario così amorevole e premuroso che conquista Erri dal primo incontro. Da cornice ritroviamo i fratelli e sorelle, che soffrono in maniera differente le conseguenze di un’infanzia sregolata. Solo Arianna riesce ad emergere da questo tumulto, forse per il suo legame con Erri o per il fatto di essere un’anima sensibile e nobile. La confessione di Arianna a fine libro è ciò che mi ha colpito di più del romanzo, perché ha vissuto esperienze molto forti per una ragazza della sua età e ciò ti fa comprendere come cattive compagnie e cattivi esempi possono nuocere sullo sviluppo dei figli nei primi anni di vita.

IMG_20170828_222627.jpg

La tristezza ha il sonno leggero è un bel titolo metaforico che esemplifica tutto il senso del romanzo. Quando si è tristi, è difficile che si possa prendere sonno. Ci si sente affaticati e pieni di pensieri, quando si ha la morte nel cuore non si può pensare ad andare avanti, anzi ci sente smarriti. Erri si sente così smarrito e senza una meta non sa cosa fare della sua vita, non sa come muoversi o cosa aspettarsi. Forse se avesse seguito di più il suo cuore, se avesse avuto il coraggio di rischiare sarebbe stato più felice. Erri ci insegna che è facile passare dall’essere un giovane pieno di speranze all’essere un uomo maturo senza sogni. La quotidianità prende il sopravvento, la paura domina sul coraggio e quindi, si evita di fare scelte rischiose. Alla fine egli vive per accontentare gli altri e per inerzia e solo la scelta di Matilde che sarà costretto a subire lo scuoterà un pò dal suo torpore. Il finale del romanzo mi è piaciuto ma non soddisfatto abbastanza forse perché tifavo per un finale più di destino che di concretezza. Quando due anime sono affini è giusto che stiano insieme, perché è da una vita che Erri insegue una donna che non sarà mai la sua donna. Un vero peccato, perché egli stava imparando a non vivere più nell’ombra e ad affrontare il dolore. Tuttavia, forse la sua scelta è dettata non solo da ciò che è giusto o sbagliato ma da ciò che ha appreso in questi momenti nuovi di vita.

Mi sento di consigliare un libro di Lorenzo Marone ed in particolare questo perché parla di vita vera, di scelte da prendere ed ostacoli da affrontare. La semplicità di Erri conquista il lettore, proprio perché è un personaggio vero e ci si rispecchia in lui. La sua fragilità, la sua capacità di amare e di soffrire sono comuni e straordinarie allo stesso tempo. Le occasioni perse di ogni componente della sua famiglia, i segreti che si portano dietro rendono la trama accattivante ed intrigante, il tutto accompagnato da una narrazione morbida e coinvolgente. Marone scandaglia l’anima di Erri, mettendo a nudo tutte le sue ansie e paure, intrecciando le immagini che lui ha di sè e della sua famiglia con le loro storie. Leggere questo libro, porta il lettore a compiere una riflessione sulla propria vita. Quindi, spegnete il cervello, leggete questo romanzo e state da soli con lo sguardo rivolto al cielo a pensare alla vostra vita. Cosa vi ha condizionato? Cosa vi spaventa? Cosa amate? Ed infine, cosa vi ruba il sonno la notte?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...