“Lettere a Milena”- Franz Kafka

Titolo: Lettere a Milena.
Autore: Franz Kafka
Pagine: 319
Anno: 1999
Editore: Mondadori

“Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro di me”.

Ogni libro che noi compriamo ha dietro una storia, di questo mi sono convinta in questi anni. Questo, perché mi è successo in prima persona. La storia del libro di cui vi parlerò tra poco, risale a moltissimi anni fa. Durante le mie ricerche letterarie, è capitato più volte di imbattermi nelle frasi delle lettere che Franz Kafka indirizzò a Milena, così ad ogni frase cresceva la mia curiosità. Grazie al regalo di laurea delle mie colleghe, tra cui le blogger Milioni di libri e Oltre mio confine, sono riuscita dopo mesi d’attesa ad ottenere la mia copia di questo libro. Da quel giorno, questo libro mi ha accompagnato per molti giorni sino alla conclusione della lettura. E ancora oggi, provo dei sentimenti contrastanti. 

Domenica saremo insieme, cinque, sei ore, troppo poco per parlare, abbastanza per tacere, per tenerci per mano, per guardarci negli occhi.

IMG_20170423_155822.jpg

Lettere a Milena di Franz Kafka segue il carteggio tra il noto scrittore praghese e Milena Jesenská Pollak, che aveva conosciuto a Praga. Tra di loro si crea immediatamente sintonia e nasce un amore così per caso, corrisposto da entrambi. Dalle lettere di Franz è percepibile il fuoco della passione che divampa nei confronti di Milena. Nelle sue parole traspare tutto il suo sentimento e la sofferenza per la distanza (oltre alla loro condizione di essere legati già ad altre persone), ma nei loro cuori la distanza era inesistente. Nel libro troviamo anche le lettere che Milena scrive a Max Brod, perché ci fanno comprendere tanto del suo personaggio e del suo atteggiamento nei confronti di Franz. Visto che la prima parte del libro contiene solo le lettere di quest’ultimo. 

“Scrivere lettere però significa denudarsi davanti ai fantasmi che ciò attendono avidamente”.

IMG_20170423_125721.jpg

Con uno stile sentimentale ed epistolario, Kafka racconta questo suo amore nei confronti della bella e sfuggente Milena. Le parole usate da lui sono d’amore quasi sussurrate per paura che ella si possa allontanare, piene di speranza ma a volte anche sono anche dure e piene di tristezza. A tratti egli appare opprimente nei confronti della donna, traspare molto anche la sua sofferenza di non poterla vedere e vivere a pieno. Egli definisce Milena, fuoco vivo, la luce che illumina le sue giornate e attende quelle lettere con grande ardore e speranze. Milena è il vero amore per lui che gli fa battere il cuore, uno di quegli amori difficili da mettere via o lasciare andare. Forse è la distanza a rendere speciale queste lettere o forse il suo desiderio di essere amato intensamente da Milena. Tuttavia, in fondo la radice del libro sta nell’angoscia perenne che prova Kafka e che riversa nei suoi versi. Egli è un uomo follemente innamorato che si lascia stravolgere da una donna come Milena anche lei strana e piena di complessi. Egli si mette a nudo, mostra le sue fragilità e il suo desiderio di essere accolto nell’abbraccio di una donna che l’ha rapito ed inchiodato a sè. Il lettore si ritrova di fronte a lettere che danno testimonianza delle voragini interne dello scrittore, del vuoto che egli prova e dello scompenso emotivo che si staglia tra dolore e lacrime. 

Tu appartieni a me anche se non dovessi vederti mai più …come continueremo a vivere?

Lettere a Milena è stato insieme al libro “Che tu sia per me il coltello”, tra i libri che ho letto con frequenze ritmiche differenti. Ho iniziato questo libro con grande gioia ed aspettativa ma la sofferenza di Franz era così tangibile che mi faceva male leggerlo e quindi, non riuscivo a leggerne più di 10 pagine. Lo stile epistolario per quanto mi affascini, lo trovo spesso pesante da digerire o come dire non scorrevole, non ti viene di leggerlo tutto d’un fiato. Così ne leggevo un pò alla volta, rimanendo una lettura in sospeso. Tuttavia, nel momento in cui mi sono sentita un pò più malinconica e vicina al suo essere, sono riuscita ad andare più spedita, trovandoci addirittura dei versi o riflessioni molto vicine al mio pensiero. Lettere a Milena, per quanto possa risultare a tratti prolisso, è la testimonianza di un grande amore che nasce, cresce e muore. Un incontro di due cuori che esplodono e divampano di passione, di un amore indelebile che lascia un pò d’amaro in bocca al lettore. Questo, perché sarà un amore difficile da vivere, da tenere nascosto ma non importa perché Kafka ci fa capire come rivivere l’amore attraverso il potere della parola. Egli è un uomo che non addomestica le parole ai sentimenti, soffre e le lettere si rivelano lo strumento più adatto per far vivere il loro amore. Ci si ritrova ad amare e comprendere questa coppia a farsi coinvolgere dalle loro sofferenze. Per chi ama questo autore, lo consiglio e anche per chi ama questo stile. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...