“L’unico ricordo di Flora Banks”- Emily Barr

Titolo: L’unico ricordo di Flora Banks
Autore: Emily Barr
Pagine: 299
Anno: 2017
Editore: Adriano Salani Editore

“Sono in un posto che si trova dentro la mia mente, e mi sto nascondendo”.

Miei cari lettori buongiorno, oggi il libro di cui vi parlerò è edito dalla casa editrice Salani e ci parla di una ragazzina di nome Flora Banks. Flora ha diciassette anni e non ha memoria a breve termine, i suoi ricordi sono fermi all’età di dieci anni, ovvero quando una malattia la colpì al cervello. Così, ella annota tutto su un quaderno o sulle braccia per ricordare ogni giorno le cose importanti per poter sopravvivere. Fortunatamente Flora è circondata dall’amore della sua famiglia: ella ha due genitori che si occupano di lei e un fratello, Jacob che l’adora. Inoltre, può sempre contare sull’aiuto di Paige, la sua migliore amica che la fa uscire e la tiene su di morale. Tuttavia, una sera su una spiaggia, Drake il fidanzato di Paige, la bacia e da lì la vita di Flora prenderà una piega inaspettata, poiché ella si ricorda di quel bacio. Possibile che quel bacio abbia fatto scattare qualcosa nella memoria di Flora? O è Drake l’artefice di tutto? Una serie di domande incominciano ad affollare la mente di Flora, il problema è che Drake presto partirà per la Norvegia, quindi, cosa farà Flora?

View this post on Instagram

#unboxingtime #followers Buongiorno, oggi mi è arrivato un pacco dalla casa editrice @salani_editore contenente un libro appena uscito. "L'unico ricordo di Flora Banks" è un libro di Emily Barr nel quale narra di segreti e paure di un giovane amore. La ricerca della verità, il bisogno di conoscere se stessi e la voglia di vivere sono gli ingredienti della mia prossima lettura. A presto con una nuova recensione. #recensione #reviewoftheday #lunicoricordodiflorabanks #emilybarr #salani #booklover #bookstagram #bookreview #bookonline #bookshelf #unboxingvideo #unboxing_id #unboxing #video #view #videoblog #videogram #videoftheday #videoart #reader #reading #libribelli #nuoviarrivi #nuoveletture #summerreads #summerbooks #lettureestive #lettureincorso

A post shared by Graziana Licciardi (@amante_di_libri) on

Dallo stile semplice e dalla narrazione alquanto scorrevole, il libro della Barr si presenta come una lettura piacevole e leggera. All’inizio mi è parso un pò adolescenziale, in quanto nella prima metà della prima parte non si fa altro che parlare di Flora e di questo bacio a Drake. Continuando con la lettura, invece, emergono aspetti molto interessanti che spingono il lettore a continuare a leggere per vedere come va a finire. Flora è una ragazzina che vive una condizione particolare e per tutti i soggetti che presentano problemi fisici o mentali, la vita appare piena di ostacoli. Difatti, Flora ogni giorno si alza senza ricordare cosa ha fatto il giorno prima, non ricorda con chi ha parlato e cosa ha detto. Alla lunga vivere in questa maniera appare estenuante e faticoso, ragion per cui comprendo da una parte le decisioni dei genitori di Flora, per altri versi no. Nonostante le preoccupazioni che possono nascere nel far vivere a Flora una vita come tutti gli altri, ciò non toglie che ella ne abbia lo stesso diritto. La Barr descrive con grande sensibilità le difficoltà dei genitori di crescere una figlia con problemi cognitivi e ci mostra com’è facile sbagliare se ci si fa guidare dalla paura. 

“Presto sarò invisibile. Troverò un posto in cui nascondermi e non mi muoverò di lì finché non ricorderò quello che ho fatto. Non m’importa quanto tempo ci vorrà. Probabilmente starò qui, in questo posto freddo, per il resto della mia vita”.

L’unico ricordo di Flora Banks è più di un libro romantico, esso ci racconta come una ragazzina fragile come Flora possa essere anche coraggiosa e possa prendere decisioni tutte sue. Flora non smette un attimo di credere che ella possa guarire e che sia Drake ad averne le capacità. Ella è disposta a rischiare di morire di freddo, d’impazzire senza le sue pillole e di essere sbranata dagli orsi pur di conservare quell’unico ricordo che le permette di sperare di vivere una vita “normale” come gli altri. Questo viaggio la porterà a conoscere non solo sè stessa, sfidando e superando i suoi limiti ma anche a conoscere meglio chi pensava di conoscere da una vita. Ella apprenderà alcune cose del suo passato di cui non aveva più alcun ricordo. Devo dire che la terza parte mi ha stupito molto perché non pensavo che la trama potesse prendere una piega del genere quasi simile ad un misterioso thriller. Ad ogni pagina ero sempre più affascinata e curiosa di sapere che fine avrebbe fatto Flora. Fortunatamente il libro si chiude in linea con l’intero romanzo, lasciando al lettore la sua interpretazione. Lo consiglio vivamente. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...