“Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza”- Luis Sepùlveda

Titolo: Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza
Autore: Luis Sepùlveda
Pagine: 95
Anno: 2013
Editore: Guanda

“In questo viaggio che è iniziato quando ho voluto avere un nome ho imparato tante cose. Ho imparato l’importanza della lentezza e, adesso, ho imparato che il Paese del Dente di Leone, a forza di desiderarlo, era dentro di noi”.

Nuovo appuntamento di agosto con la rubrica “Appuntamenti Pedagogici” . La lentezza è un tema che è entrato a far parte della mia vita nel 2016, anno in cui mi sono specializzata in Pedagogia. Grazie ai consigli preziosi della mia relatrice, basai la mia tesi su un’elogio alla lentezza, parlando dell’importanza del tempo qualitativo e della pedagogia della lumaca di Zavalloni. Da quel giorno, iniziai a sviluppare un vero e profondo interesse per questo tema tanto che ho letto più libri possibili sulla slow life e sull’arte del vivere lentamente; perché in fondo di arte si parla. Così, da tempo desideravo leggere questo libro di Sepùlveda e il suo contenuto non mi ha deluso anzi… Di seguito la trama e il mio parere.

Le lumache che vivono nel prato chiamato Paese del Dente di Leone, sotto la frondosa pianta del calicanto, sono abituate a condurre una vita lenta e silenziosa, a nascondersi dal resto della fauna. Tuttavia, un giorno una di loro iniziò a pensare che non era giusto non avere un nome e voleva sapere le ragioni della sua lentezza. Per tale ragione, iniziò un’avventura all’insegna della scoperta di sè e per trovare le risposte alle sue domande. Ma perché non avere un nome? E perché tutta questa lentezza? Perché è così importante andare lenti? 
Incontrerà un saggio gufo e una tartaruga vecchia e saggia che la porterà a fare una terribile scoperta che potrebbe cambiare per sempre la vita di tutte le lumache.

View this post on Instagram

#illustration_daily «…ho imparato che il Paese del Dente di Leone, a forza di desiderarlo, era dentro di noi». Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza di Luis Sepúlveda è stato un libro che ho desiderato per tanto tempo di leggere. La ricaduta pedagogica di questo libro è alta poiché attraverso la storia di una lumaca si trasmette l'importanza della scoperta e di fare le cose con pazienza e lentezza. Tuttavia, il principio importante è non accettare le cose per come sono ma andare sempre in fondo alle cose. Ricercare le risposte alle domande. Le illustrazioni sono semplici ma adatte e perfette al significato del libro. #illustration #illustration_best #illustrazioni #illustrazioniperbambini #storiadiunalumacachescoprilimportanzadellalentezza #sepulveda #guanda #childrenillustration #educazione #education #school #educazioneattiva #lapedagogiadellalumaca #pedagogia

A post shared by Graziana Licciardi (@amante_di_libri) on

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza è una favola dai toni delicati e teneri, questo perché è una lettura adatta anche ad un pubblico più piccolo per infondergli moralità e giudizio. In queste brevi pagine, contornate da semplici ma toccanti illustrazioni in bianco e nero realizzate da Simona Mulazzani, l’autore spiega l’importanza del tempo, il quale deve essere visto in maniera qualitativa e non quantitativa. In sostanza, bisogna godere di ogni attimo e vivere senza stare a guardare l’orologio bensì a concentrarsi su come vivere, assaporando ogni incontro di vita. Le cose che facciamo, i nostri sogni, le nostre domande tutto deve essere vissuto senza fretta perché se no i bei momenti ci passeranno davanti e noi non saremo in grado di coglierli. La lumaca che prende il nome di Ribelle rappresenta il nostro Io pronto ad andare alla ricerca del proprio sè e che non si ferma di fronte a niente. Tuttavia, la paura del giudizio delle compagne condiziona molto la sua vita anche perché esse saranno diffidenti sino alla fine del libro. Diciamo che le compagne rappresentano la parte diffidente della società che mostra di avere paura di tutto ciò che non riesce a spiegarsi e che preferisce vivere di abitudini. 

Pedagogicamente parlando è uno dei libri migliori che io abbia letto negli ultimi anni perché attraverso una scrittura semplice ed una storia breve e significativa, riesce a lanciare messaggi importanti. La lumaca ci insegna che il nostro cammino è pieno di ostacoli e che ce ne sempre di nuovi dietro l’angolo. Tuttavia, tocca armarsi di buona volontà e lottare per realizzare i propri desideri. Questo libro racconta una favola per piccoli e grandi sognatori che vanno oltre l’apparenza e cercano di distinguersi dalla massa. Un libro che dona al lettore il grande insegnamento di sfuggire dall’abitudine o perlomeno di vivere la vita anche andando alla scoperta del mondo, alimentando la curiosità e l’immaginazione, elementi essenziali per la crescita. Ribelle rinuncia alla vita tranquilla per dare una risposta alle sue domande e questo la porta a conoscere nuovi animali che saranno anche influenti sul suo percorso umanitario. Ella si fa portavoce di una denuncia contro l’isolamento e l’indifferenza, per fortificare l’idea di rispetto del prossimo e del cosmo. 

IMG_20190307_155425

…”No” sussurrò Ribelle, “ti sbagli. In questo viaggio che è iniziato ho voluto avere un nome ho imparato tante cose. Ho imparato l’importanza della lentezza e, adesso, ho imparato che il Paese del Dente di Leone, a forza di desiderarlo, era dentro di noi.”

Luis Sepúlveda con la sua “lumachina”, tanto cara anche a Gianfranco Zavalloni, ci descrive un mondo lento e piccolo ma pieno di dettagli ai quali prestare cura ed attenzione. La nostra vita frenetica non ci permette spesso di notare quanto le nostre scelte abbiano una conseguenza sul mondo naturale intorno a noi. I colori, gli odori, tutta la bellezza che ci circonda deve essere ammirata e rispettata di più e con questa fiaba ambientalista i bambini potranno riappropriarsi dei principi umani che dagli adulti molto spesso non vengono rispettati. Quindi, consiglio ampiamente questa lettura perché è un piccolo tesoro da leggere ai piccoli e per i grandi da leggere per riappropriarsi dei principi naturali che stanno alla base di qualsiasi educazione. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...