“Sempre d’amore si tratta”- Susanna Casciani

Titolo: Sempre d’amore si tratta
Autore: Susanna Casciani
Pagine: 162
Anno: 2018
Editore: Mondadori

“Quando combatti a denti stretti ogni giorno ma perdi comunque le tue battaglie, certi ricordi sono tutto quello che hai, tutto quello che ti resta”.

Seguo da molti anni, Susanna Casciani e anni fa quando uscì il suo primo libro, fui molto curiosa. Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore (Recensione) mi ha colpito sin da subito per la chiarezza e nitidezza con cui descriveva i sentimenti di Anna, e quindi, in Sempre d’amore si tratta ricercavo le stesse emozioni. Sono felice nel dire che questo libro, mi è piaciuto più del primo.

“Arriverà una sera, prima o poi, in cui ti guarderai indietro e ti chiederai – tra le cose che hai – quali sono quelle che hai voluto davvero e quali invece hai finto di amare perché era più semplice. Quella sera lì come ti difenderai? Su chi scaricherai la colpa? Perché lo sai che di certe nostre infelicità siamo gli unici responsabili. Lo sai, e allora dimmi: come farai a perdonarti per tutto quello che avrai lasciato indietro, per tutto quello che avrai messo da parte, per tutto quello che avresti potuto fare e poi, però, non hai fatto? Come farai a perdonarti quando qualcuno, una sera, ti mostrerà cosa ti sei persa, a cosa hai rinunciato tanto a lungo? Cosa vuoi fare? Continuare a fingere o iniziare a vivere?”

Sempre d’amore si tratta parla di Livia una donna gentile ma che parla poco, ama scrivere e quando scrive si sente speciale. E’ timida, ha un cuore puro e fragile e la sera parla alle stelle seduta sul terrazzo di casa. Ad un certo punto, nella vita di Livia succede qualcosa: la madre affetta da depressione, si aggrava e tutto per Livia diventa faticoso. La ragazzina sognatrice lascia il posto ad una donna disillusa e fragile, e la piccola farfalla che cercava di spiccare il volo si ritrova con le ali tarpate. Così, caduta dopo caduta, sfinita da un amore – quello per la mamma malata – che si ciba della parte migliore di lei, inizia a non fare più caso alle piccole magie che accadono ogni giorno e finisce per rassegnarsi a lasciare andare tutti i suoi sogni. Ma quello che non sa è che l’amore trova sempre il modo di ritrovare la sua strada.

La storia di Livia mi ha colpito molto ed è rimasta per molto tempo tra i miei pensieri dopo la conclusione della lettura, perché non riuscivo a trovare le parole giuste per rendergli giustizia. Sempre d’amore si tratta è un romanzo scritto con parole semplici e vere, tratta una storia talmente vera che fa male agli occhi, leggere di tali situazioni. In poche pagine, l’autrice ci parla di una storia che fa male per il significato profondo che nasconde, una storia piena di sentimenti che vanno dal riso al pianto, dallo smarrimento alla speranza. La storia di Livia è unica, capace di coinvolgere e disarmare il lettore. Attraverso una serie di fotogrammi, conosciamo la Livia sensibile e solare che ama scrivere, la Livia che vede il mondo pieno di colori e la Livia donna ferita dalla malattia della madre. Una Livia che è costretta a salutare la sua infanzia troppo in fretta per fare i conti con la tristezza della madre Caterina, rendendola una donna buia e triste, sempre sull’orlo del precipizio. La Livia matura è una donna che si è dimenticata di sorridere, che si è persa e che ha dimenticato che nella vita esistono anche le cose belle. Livia rappresenta tutte quelle donne che si sentono rotte, ammaccate e che hanno perso il loro brio. Questo, perché quando si vive fianco a fianco di una persona affetta da disturbi come depressione, disturbo bipolare o affetti da handicap, si subiscono i loro umori. Le loro giornate no influiscono sulle nostre giornate, il loro umore incide su di noi e quindi, la nostra vita ruota intorno a loro. Vi è sempre la speranza di vederli felici o guariti ma anche nei giorni SI si ha paura che siano solo momenti. La qualità di vita di Livia è compromessa come quella di tutti coloro che vivono situazioni del genere. Solo il coraggio e la voglia di andare avanti, potrà riportare Livia sulla retta via che la renderà capace di riaprirsi all’amore.

Sempre d’amore si tratta è un romanzo dalla prosa poetica che servendosi di vari personaggi che descrive le emozioni, le parole taciute e i silenzi di una giovane donna. E’ un libro che parla d’infanzie rubate, soffocate dalle malattie “moderne” che inghiottono l’animo delle persone. E’ un libro che parla di come la depressione possa modificare la qualità di vita di chi ci sta intorno, è un libro che parla di una madre e di una figlia, di una figlia e di un padre, di un padre e una nipote…e parla attraverso gli occhi di chi li conosce, di chi ha avuto a che fare con loro. E’ una favola moderna che insegna ad ogni lettore che la realtà è ben diversa dalle favole disneyana, perché la realtà è fatta di ostacoli e problemi. Tuttavia, nella vita vi è magia e non si deve smettere mai di credere, perché sono le piccole cose, i piccoli gesti che cambiano le giornate NO. Si deve imparare a riconoscere quando non si sta bene e si deve capire anche quando chiedere aiuto. Si deve accettare l’amore che gli altri vogliono donarci e non respingerli, anzi bisogna farsi prendere per mano. Il lettore comprenderà attraverso queste pagine che siamo nati per essere felici e che siamo in grado di accogliere la felicità anche quando non ci sembra facile. La felicità è una scelta e dobbiamo essere in grado di capire che dobbiamo sceglierla perché tutti meritiamo di essere felici. Quindi, Sempre d’amore si tratta in fondo parla dell’amore più puro che c’è quello verso la vita.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...